Come funziona la Mediazione online?

Il d.lgs. 28/2010 all’art. 3, comma 4, stabilisce che “la Mediazione può svolgersi secondo modalità telematiche previste dal regolamento dell’Organismo”.

La mediazione telematica, o più comunemente la mediazione online, è una procedura identica a quella normale con l’unica differenza che gli incontri si svolgeranno in videoconferenza.

Rimedia, in considerazione della forte diffusione in ambito professionale,  utilizza la piattaforma Microsoft Teams (affiancata ad altra piattaforma di sicurezza della Adobe) che a differenza di molti programmi utilizzati da altri Organismi – Skype incluso – assicura un elevatissimo livello di sicurezza senza penalizzare l’intuitività della fruizione.

E’ un programma molto intuitivo e stabile e può essere utilizzato sia direttamente sul web (quindi senza installazione ma attraverso un  qualsiasi browser come Internet Explorer o Chrome) che attraverso una piccola applicazione che la procedura vi consentirà di avviare facilmente.

La nostra Segreteria sarà sempre disponibile a fornire tutta l’assistenza necessaria.

—————— previsioni del decreto Cura Italia

Il Decreto Cura Italia, fra le varie misure adottate per fronteggiare l’emergenza da coronavirus (Covid-19), ha introdotto alcune novità per la mediazione online. Grazie a queste previsioni, oltre alle procedure telematiche ordinarie viene creata la possibiità di svolgere delle emdiazioni online in via semplificata.

Ecco le norme introdotte dall’Art. 83, comma 20-bis::

20-bis. Nel periodo dal 9 marzo al 30 giugno 2020, gli incontri di mediazione in ogni caso possono svolgersi in via telematica con il preventivo consenso di tutte le parti coinvolte nel procedimento. Anche successivamente a tale periodo gli incontri potranno essere svolti, con il preventivo consenso di tutte le parti coinvolte nel procedimento, in via telematica, ai sensi dell’articolo 3, comma 4, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, mediante sistemi di videoconferenza. In caso di procedura telematica l’avvocato, che sottoscrive con firma digitale, può dichiarare autografa la sottoscrizione del proprio cliente collegato da remoto ed apposta in calce al verbale ed all’accordo di conciliazione. Il verbale relativo al procedimento di mediazione svoltosi in modalità telematica è sottoscritto dal mediatore e dagli avvocati delle parti con firma digitale ai fini dell’esecutivita’ dell’accordo prevista dall’articolo 12 del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28.

I limiti alle procedure telematiche

Il decreto attuativo della mediazione stabilisce che i regolamenti degli organismi non possono prevedere che l’accesso alla Mediazione si svolga ESCLUSIVAMENTE online.

Questo significa che non è consentito ad un Organismo di operare esclusivamente online e quindi che il servizio della Mediazione telematica  deve essere un servizio integrativo e aggiuntivo rispetto lo svolgimento fisico.

Questo non vuol dire che una parte si possa opporre allo strumento telematico a meno che non ricorrano giustificati motivi. Questo perché lo svolgimento telematico richiede una differente organizzazione e delle diverse competenze e capacità. Il mediatore incaricato sarà scelto dunque tenendo conto anche di queste esigenze.

NOTA IMPORTANTE: il Ministero ha più volte ribadito l’esigenza di utilizzare una piattaforma di videoconferenza che abbia dei requisiti minimi. Non è quindi regolare lo svolgimento tramite programmi come Skype, Google Hangout e simili. Sarà necessario avere a disposizione una piattaforma che assicuri la riservatezza, l’identificazione delle parti, la possibilità di svolgere gli incontri separati, ecc.
Questo significa che la modalità telematica comporta per l’Organismo un costo aggiuntivo (mediamente € 25,00 + Iva) inquadrabile come spesa viva che dovrà essere rimborsato dalle parti.

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

PROMOZIONE STUDI LEGALI

Abbiamo pensato ad una promozione dedicata ai nuovi studi legali che vogliono testare il nostro servizio e una invece per quelli storici che si affidano già a Rimedia per le loro mediazioni. Clicca qui per l'offerta completa