Mediazione Familiare

A chi si rivolge la Mediazione Familiare ?

La Mediazione Familiare si rivolge alle coppie che cercano di riorganizzare le relazioni familiari e trovare accordi in vista o in seguito alla separazione o al divorzio.
L’obiettivo in questo caso è quello di trovare in tempi brevi (10/15 incontri) degli accordi globali, durevoli e accettabili che consentano, attraverso la gestione del conflitto e la riapertura di un dialogo sano, un buon proseguimento della loro genitorialità e una riorganizzazione di ogni aspetto della separazione che la coppia vuole trattare.
Il percorso viene strutturato in un primo incontro congiunto per proseguire con un incontro separato . In questo modo le due parti della coppia hanno modo di dare voce anche a problematiche oppure preoccupazioni che difficilmente ammetterebbe davanti all’altro.
Si procede con un numero di incontri variabile (5-12) con cadenza settimanale fino al raggiungimento del accordo.
Sono previste 2 sedute di follow-up dopo il raggiungimento dell’accordo.Una dopo il primo mese e la seconda dopo due mesi . Il follow-up e fondamentale per cementare l’accordo raggiunto ed eventualmente apportare piccole modifiche.


Chi è il mediatore familiare

Il Mediatore Familiare è un professionista adeguatamente formato, neutrale, imparziale, tenuto al segreto professionale. Ha una preparazione specifica che deve necessariamente rispettare determinati standard formativi.
Durante l’incontro di Mediazione il mediatore ha il compito di:

  • consentire ad entrambi i protagonisti di esporre i loro bisogni nel rispetto dei tempi e del diritto di parola dell’altro
  • ristabilire un equilibrio di potere tra le parti dove ci siano degli evidenti sbilanciamenti
  • insegnare alle parti nuove modalità di comunicazione
  • far trovare alla coppia eventuali soluzioni alternative per la risoluzione delle questioni che creano conflitto
  • stimolare le parti a cercare e sperimentare modalità di gestione della quotidianità al fine di rioganizzare al meglio l’assetto familiare (es: tempi e modi dell’affido condiviso dei figli)
  • analizzate tutte le tematiche che la coppia sentirà il bisogno di portare in mediazione quindi, nel caso di separazione o divorzio il ruolo del Mediatore non è ricomporre il rapporto di coppia ma consentire alla coppia stessa, di trovare le modalità per tornare a parlarsi e ad ascoltarsi, in modo da tornare ad essere protagonisti delle scelte legate alla riorganizzazione della famiglia e non dover subire decisioni prese per loro da terzi come giudici od avvocati.
Mediazione Familiare